LE MIE CANDELE NATALIZIE

Sono un classico le realizzo tutti gli anni ma non sono mai uguali. E’ impossibile lo siano!

Le utilizzo per fare dei regalini, come segnaposto, o piu’ semplicemente per decorare casa.

Tutto quello di cui avrete bisogno sono delle candele di misura e colore che piu’ vi piace, delle basi tonde in legno facilmente reperibili nei negozi di decorazioni natalizie e poi di tutto cio’ che puo’ venirvi in mente per decorarle, frutta secca, pigne, piccoli gomitoli, fiori di cotone, palline.

Con la colla a caldo come prima cosa incollate la candela alla base e poi procedete. Io in questo caso ho usato piccoli rami e una fetta di arancia essiccata.

candela natalizia

Il tocco finale e fondamentale secondo me è una spruzzata di neve spray: cambia completamente il tutto, la neve rende natalizia qualsiasi cosa!

candela natalizia fai da te

Se decidete di farne dei regalini confezionatele in sacchetti trasparenti chiudete con un nastro e aggiungete un biglietto.

Io ho trovato dei piccoli sacchetti di carta decorati.

Se ne farete dei segnaposto aggiungete un cartellino con il nome.

Se invece sono per voi fatene parecchie, tanto al massimo si impiegano 5 minuti a candela, e accendetele! Vi scalderanno subito il cuore!

LA MAGIA DEL RICICLO

Cosa potrei creare con questo? Me lo chiedo stesso perché per me tutto ha una seconda opportunità anche le bottiglie di plastica per l’acqua.

Se guardate il fondo della bottiglia noterete che ha la forma di un fiore. Questo ha suggerito l’idea di fare una ghirlanda natalizia.

Ho tagliato il fondo a circa 4 cm facendo attenzione. Con circa 5.6 fondi di bottiglia ho formato un cerchio e li ho uniti tra loro con la cucitrice. ho avvolto un nastro ho spruzzato della neve spray e no aggiunto un filo di luci led. Semplicissima! Io ho scelto il blu e la bottiglia trasparente ma ce ne sono di verdi e rosse, e il rosso è il colore natalizio per eccellenza. Provate!


LUCI!

Sono l’ideale per arrivare al Natale quando è troppo presto per albero e presepe perché non vanno presentate in modo sfacciatamente natalizio ma danno la giusta atmosfera.

Io le metto nei barattoli di vetro, ogni forma o dimensione vanno bene. Uso le luci led a batteria.

Dato che i barattoli poi saranno visibili anche a led spenti occorre riempirli con qualcosa. Io ho scelto pigne abbinate a ovatta bianca, in modo che sembri neve, foglie autunnali artificiali, edera artificiale, e castagne.

Così se vi sembra ancora presto per le pigne perché richiamano troppo il Natale potrete usare cose perfettamente in linea con il periodo!

Metteteli a gruppi sui tavolini, sui davanzali interni delle finestre, sulle librerie. Io non metto il tappo ma nel caso vogliate fare un regalo chiudete il barattolo, e ponetelo in un sacchetto con un bigliettino. Sarà cosa gradita per chi come voi non vede l’ ora che il Natale arrivi!

 

GHIRLANDE!

Si è già tempo di ghirlande perché hanno la forma di un abbraccio, perché fanno subito strada ad una festa che sembra lontana ma che poi a pensarci tanto lontana non è…

Da adesso in poi ne farò e ne proporrò parecchie, classiche alternative, naturali, con materiale riciclato.

I colori dell’autunno mi sono stati di ispirazione per questa idea, e le foglie che iniziano a cadere, di tante forme e colori.

Ho preso una base in polistirolo e l’ho avvolta con un nastro di sughero, ma se non lo troverete anche la carta da pacchi andrà benissimo.

Ho ritagliato da un foglio di sughero non troppo spesso delle foglie disegnandole prima con un pennarello, io l’ho fatto a mano libera ma potrete usare delle foglie vere e tracciarne i contorni.

Le ho incollate con della colla a caldo.

Ho spennellato i bordi con della tempera oro, giusto per dare lucentezza e un effetto 3D.

Non è meravigliosa?