tatin di scarola

TATIN DI SCAROLA E TAGGIASCHE CON GELATO DI RICOTTA

Ecco il piatto di intermezzo tra primo e secondo per la Cena di Natale, è anche un’ottima alternativa vegetariana.

Essendo una tarte tatin va preparata stratificando al contrario ovvero da quello che poi si vedrà una volta rovesciata la torta.

In una tortiera con carta da forno ho sparso delle olive taggiasche.

torta salata scarola a taggiasche

Ho messo sopra della scarola passata in padella fino a renderla morbida con sale e pepe.

Ho aggiunto ancora qualche cucchiaio di ricotta fresca.

tatin di scarola e taggiasche

Ho coperto con della brisée tonda già pronta, ma se ne avrete voglia una frolla salata fatta in casa sarebbe davvero il top.

Ho chiuso bene i bordi, ho bucherellato con una forchetta e messo in forno a 170 gradi per 25 minuti circa.

tatin di scarola e taggiasche

Nel frattempo ho preparato il gelato di ricotta montando un albume a neve e amalgamando la ricotta delicatamente e ho messo in freezer.

albume a neve

Con lo stampo per i biscotti ho ricavato delle stelline da patate viola lessate.

stelline di patate viola

Una volta cotta la torta l’ho lasciata intiepidire e l’ho rovesciata con attenzione su una alzatina.

Ho aggiunto le stelle anche in piedi per dare un effetto 3d.

Servitela tiepida con una pallina del vostro gelato alla ricotta.

E’ ottima anche come antipasto!

gelato alla ricotta

GNOCCHI VIOLA CHE SPOSANO IL MARE

Eccoci al primo piatto per il Menù di Natale: gnocchi viola in guazzetto di vongole!

Non troppo impegnativi come preparazione e in grado di fare un figurone a tavola!

Preparare gli gnocchi lessando le patate viola in acqua salata, scolatele, passatele allo schiacciapatate aggiungete farina sale pepe e un uovo.

Impastate e formate degli gnocchi che lesserete in acqua salata a loro volta.

Lasciate spurgare le vongole in acqua fredda salata per una notte. Lavatele bene. Mettete in padella dell’olio di oliva con uno spicchio di aglio che poi toglierete, aggiungete le vongole lasciatele aprire, aggiungete del vino bianco e fate evaporare. Mettete in padella del pomodoro fresco a pezzi aggiustate di sale e di pepe e lasciate in padella qualche minuto.

Una volta formato un bel sughino che non deve essere troppo denso ma una sorta di zuppetta aggiungete gli gnocchi spadellate unite del peperoncino  e servite.

Io ho aggiunto dei crostini di pane integrale a forma di stella perché quel sughino sarà troppo delizioso per lasciarlo nel piatto!

CARAMELLE DI GAMBERI

 

caramelle di gamberi in sfogliaContinua a comporsi il nostro menu’ di Natale, siamo ancora all’aperitivo.

Ecco le caramelle di gamberi, calde croccanti e con un cuore morbido!

Le caramelle di gamberi sono perfette da servire assieme alle stelline di polenta con un calice di bollicine prima che gli ospiti prendano posto a tavola. Io le preparo tutti gli anni a grande richiesta, lo faccio con piacere perché si fanno in pochissimo tempo.

Metto i gamberi in padella con aglio che poi tolgo un goccio di olio evo e poco vino bianco. Li salto una decina di secondi da quando l’olio comincia a sfrigolare.

Se sono gamberi grossi li trito, se invece sono gamberetti e quindi sono piccolini li posso lasciare interi.

Aggiungo succo e buccia grattugiata di lime e pepe nero.

Prendo intanto una sfoglia rettangolare, ne ricavo prima dei quadrati poi dei triangoli e metto i gamberi nel lato piu’ lungo arrotolando come per preparare una piccola brioche.

Metto in forno a 180 gradi per 15 minuti, fino a che sono belle dorate.

Da servire caldissime! Le ho accompagnate ad una salsa con yogurt greco bianco, curry olio di oliva e erbe. Ma una classica salsa rosa o una creme fraiche andranno benissimo!

Fatene tante perché come tutte le caramelle andranno a ruba.