salvia fritta

Antichi sapori

Le erbe aromatiche hanno ispirato il mio aperitivo di questa sera! Veloce da preparare, gustosissimo, low budget e dal sapore di un tempo: la salvia fritta!

salvia

Ho lavato ed asciugato bene delle foglie di salvia bio. Ho preparato una pastella con un uovo, farina, e un pizzico di sale. Per la quantità sono andata ad occhio, deve essere morbida ma non troppo in pratica quando immergerete la foglia di salvia non dovrà scivolare via.

salvia fritta ricetta

Fate scaldare dell’olio di semi, immergete le foglie e mano a mano friggetele rigirandole quando saranno dorate, più o meno 40 secondi per lato. Scolatele asciugatele su carta da cucina. Servite subito caldissime e cosparse di sale. Sono gonfie morbide e saporitissime!

salvia fritta e zucca

Io l’ho servita con zucca calda cotta a vapore, schiacciata e spolverata di sale olio d’oliva e noce moscata.

Una tira l’altra. Che buone

 

mint

Idee aromatiche

E’ il loro profumo a conquistarci, ad essere in grado di cambiare il sapore dei nostri piatti, ma le piante aromatiche sono anche belle da vedere. Io le metto insieme, a formare un’ aiuola di diverse accese sfumature di verde e un mix di odori che riportano differenti sensazioni: menta, basilico, timo, timo al limone, lavanda, rosmarino, origano, alloro, salvia.

cassetta erbe aromatiche

Le catalogo più per decorazione che per necessità dato che si distinguono chiaramente l’una dall’altra, ma mi piace etichettarle. Con dei piccoli timbri ho stampato il nome della pianta su un cartoncino grezzo l’ho bucato con un una perforatrice per carta a forma di farfalla e ho passato lo spago.

timbri

Questo mi ha dato l’ispirazione anche per il benvenuto ai miei ospiti a pranzo.

Ho dato alle aromatiche la forma di piccole ghirlande

Ho usato del fil di ferro morbido di colore verde per creare semplici forme, come un cerchio o un cuore  e poi ho avvolto dei rametti di pianta intorno tenendoli fermi incastrandoli tra i giri del fil di ferro.

segnaposto shabby

 

 

 

 

 

Ho stampato il nome dei miei ospiti esattamente come ho fatto per le piante. Ad ognuno un profumo diverso. La lavanda l’ho tenuta per me…

welcome

cassetta shabby

Il mio giardino in cassetta

D’inverno le limpide giornate di sole sono merce rara da queste parti e non sto scrivendo dalla Lapponia ma dalla campagna dell’Oltrepo’.

Per questo appena l’aria si fa meno fredda abbiamo voglia di uscire, passeggiare, stare in giardino. L’erba non è verde come in primavera, fiori ancora non ce ne sono allora ci aiutiamo con piccole cose che ci facciano sentire bene. Morbide coperte, cuscini, lanterne, lucine da accendere al tramonto, un buon libro. Creiamo un giardino d’inverno.

giardino dinverno

Le ore di sole sono ancora poche e la sera occorre ritirare tutto perché la notte la temperatura scende sotto lo zero e tutto ghiaccia.

Così per non far su e giù tengo le cose a portata di mano in una cassetta che appoggio sotto il portico. Mi serve qualche minuto per allestire ma ne vale la pena se poi ce ne stiamo comodi a bere un tè, a leggere o semplicemente a parlare.

Non è necessario avere un giardino, è sufficiente un terrazzo, anche piccolo per crearsi un giardino d’inverno.

tavolino shabby

E se non si ha nemmeno un terrazzo si può pensare ad un angolo della casa, il più luminoso, con un piccolo tavolino in legno, due sedie e un tappeto che ricordi l’erba..

per prenderci un minuto in più anche il mattino bevendo un caffè che potrebbe avere un sapore diverso: quello della primavera che sta arrivando!

cornice copertina

Ricette in cornice

Cucinare è un piacere, o almeno vorrei lo fosse sempre. Diciamoci la verità è più facile immaginarsi a far da mangiare con musica e bicchiere di vino prendendoci tutto il tempo necessario che farlo nella realtà. La maggior parte delle volte faccio tutto di corsa, torno dal lavoro ho poco tempo e devo fare contemporaneamente altre mille cose. Così ho imparato ad avere tutto a portata di mano, ricette incluse. Ricette-base, che non ho tempo di leggere dal libro di cucina o dal telefono, che ho già preparato spesso ma di cui non ricordo mai le dosi esatte. Quanti g di farina? 300 o 200? E lo zucchero? Così le tengo appese, o scritte nella parte interna delle credenze.

Ho preso delle cornici Ikea, quelle profonde, in modo da poterci inserire delle decorazioni.

materiale per ricette in cornice

Ho stampato le ricette dopo averle riscritte al computer ma avrei potuto anche fotocopiare il libro o scriverle a mano.

 

cornice pasta frolla

Per la crema al caffè ho inserito dei chicchi di caffè interi, per la pasta frolla un baccello di vaniglia legato a delle stecche di cannella. E’ sufficiente che io alzi lo sguardo per leggere dosi e preparazione, in piu’ sono anche belle appese in cucina e possono diventare un’ottima idea regalo!

cornice caffè

Ma dato che sono parecchie quelle che ho bisogno di visionare all’istante le ho anche scritte all’interno della dispensa.

pennello lavagna

 

 

credenza lavagna

 

 

 

Con la vernice lavagna ho dipinto la parte interna delle ante e una volta asciugata ho scritto quello che mi serviva, con il vantaggio di poter cancellare e riscrivere quando voglio!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Immediato, funzionale, decorativo!